Cerca
  • Amos

Nascondino di quel momento

Aggiornato il: ago 2

"Nella scena di un film, nella sofferenza coraggiosa di una persona conosciuta, nella cronaca di un genitore eroico si scopre rispecchiata la nostra intimità più privata, solitaria e struggente. Un grande e benefico farmaco. Nulla di cui sbarazzarsi o considerare errato o imperfetto. La commozione è un’esperienza identitaria, l’emozione dolente che irrompe irresistibile ci comunica una conferma, colora il nostro mondo interiore – più vulnerabile – di bellezza e valore."


Oggi come il giorno dopo ieri, è il tempo! e piace commuovermi, avere gli occhi più lucidi di un tuo gesto... senza aspettare la conta per iniziare un nascondino! Per giunta di perfetto non ho proprio nulla ma al sapore di un genitore eroe o di un cantante che riesce a commuoversi mentre canta la sua canzone... bhè in quel momento divento perfetto... e non riesco neanche a trovare un posto sicuro per nascondermi...



This is you heart...

Il fazzoletto può essere di colore bianco o nero, ma sarà sempre e l'unico a conoscere la tua emozione! L'emozione che non incita vergogna... ma che può solo insegnare il boato di un applauso...




Ogni volta che vuoi ed ogni volta che non devi chiedere il permesso...FALLO! Appoggia tutto il tuo corpo sulla mia spalla e fammi sentire in mezzo ad un milione di persone, che aspetti le mie lacrime... aspetti orgoglioso quelle parole... anche io posso sentirmi fiero di commuovermi e di ripetere... le parole di quella canzone e quindi della mia vita....





C'è sempre un eccezione in una virgola o... in punto. E tutti abbiamo il diritto di decidere se tra il bianco ed il nero... s'inventa un colore nuovo. Un colore che fa commuovere, che fa piangere o che fa male. Ma tutti dobbiamo ancora imparare che ad un certo punto... durante la notte di un giorno... è il momento di andare via, di tornare a casa e far vivere quella stella alpina che cresce su una montagna, lontano da tutto e tutti.... e muore in silenzio e sorridendo...





Gli innamorati....la mamma....una figlia.... anche per loro il tempo non basta....ma hanno trovato in quell'istante il tempo di meritarsi un luogo da visitare... un luogo dove commuoversi e sorridere. E lo hanno fatto e lo faranno sempre davanti milioni di milioni di persone. E se lo ricorderanno per sempre, e se non lo ricorderanno, ci sarò io ogni volta che ascolterò vedendo questo video e questo momento....a sussurrargli...che amo le loro lacrime...ed i loro sorrisi...




Non è possibile, non è possibile una sorpresa !!! se all'improvviso non ti fermi nel respirare e non credere e non vivere e non piangere...non è possibile. Aspettare ciò che non ti aspetti. Non dormire per non aver pace! Non dormire affinché quel momento arrivi senza che nessuno te lo racconti o te lo disegni. Non lo vorresti mai aspettare ... ma quando ti capita...non aspetti altro che arrivi...cosi che tu possa correre verso di lui verso di lei e stringere ciò che non ti faceva dormire...ma che che ti faceva...commuovere.





"Qualcuno mi ha detto che hai una nuova amica

lei sa amarti meglio di me?

c'è un grande cielo nero sulla mia città

so dove sei, scommetto che lì c'è anche lei

Sì so che è stupido ma devo solo vederlo con i miei occhi


Sono in un angolo, a guardare mentre la baci, oh

Sono proprio qui, perché non riesci a vedermi? oh

E sto dando tutto me stesso,

ma non è me che stai portando a casa, oh


Io continuo a ballare da solo


Voglio solo ballare tutta la notte

e sono confuso, sono così fuori controllo

Tacchi a spillo e bottiglie rotte

Sto girando intorno


Sono in un angolo, a guardare mentre la baci, oh

E sono proprio qui, perché non riesci a vedermi? oh

E sto dando tutto me stesso,

ma non è me che stai portando a casa, oh

Io continuo a ballare da solo

woah, nah


Così lontano, ma ancora così vicino

Le luci si accendono, la musica si spegne

Ma tu non mi vedi in piedi qui

Sono venuto solo per dirti addio


Sono in un angolo, a guardare mentre la baci, oh


E sto dando tutto me stesso,

ma non è me che stai portando a casa, oh

Io continuo a ballare da solo

woah, nah

Ho detto che sono sono in un angolo, a guardare mentre baci lei

E sono proprio qui, perché non riesci a vedermi?

E sto dando tutto me stesso,

ma non è me che stai portando a casa, oh

Io continuo a ballare da solo


Così lontano, ma ancora così vicino

Le luci si accendono, la musica si spegne

Ma tu non mi vedi in piedi qui"


Non vedevo la fine... scendevo quelle scalette...ma non vedevo la fina! Ma vedevo tutta quella gente che guardava me..in silenzio... vedevo una per una... tutta quella gente che ascoltava..me! Tutta quella gente che fermava il respiro... e con gli occhi lucidi... ballava con me. Non vedevo la fine ...ma dietro le quinte vedevo il mio inizio, lo cercavo, lo seguivo, lo pregavo....e sapevo che era li. Davanti tutta quella gente...davanti tutto quel mondo...di cui non riuscivo a vedere la fine... ma che con me...in quel preciso momento... piangeva e si commuoveva....




Anche...gli Ultimi...si commuovono......

0 visualizzazioni

© 2023 by ADAM SCHARF. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now