Cerca
  • Amos

Io sono l’altro.

Aggiornato il: 1 nov 2019

Per poter amare non basta chiamare amore.

Ora, non capisco perchè? anzi non voglio capirlo!.. perchè devo ingannare la sorte e devo prendermi un pomeriggio di ferie, che poi ferie non sono ferie, per scoprire la solita! per riascoltare quello che mi può dire, “aspetta”, prima di addormentarmi…? per scoprire che alla fine, prima dell’inizio, il posto dove voglio stare… è sempre quello! Quel posto che tanto non inganna il destino e che “è sempre cosi”. Per scoprire che tanto… è cosi.

Non puoi cambiare la coscienza e non puoi cambiare gli attributi della paura! Non potrai mai essere la lancetta delle 8,00 e non potrai mai essere la forza del vento che soffia al contrario e che ti fa cambiare! Tutto rimane cosi e tutto non si cambia.

Mi è capitato con un “oggetto” e capita ancora oggi con una gioia. Capita nella mia pesantezza e nel circolo dei miei occhi, che siano verdi o azzurri… capita sempre…! perchè la coscienza è il ripetersi di qualcosa che non si accetta… momentaneamente… ma che poi si prende e si sopporta e si fa scivolare sula pelle.

Quante volte ti è capitato, nel giro di basso, sentirti dire:” tanto le persone non cambiano”… Ma dimmi?! perchè dovrebbero cambiare? perchè non dovrebbero avere questo quello e quell’altro ancora?!! Perchè dovrebbero accettare qualcosa che non conoscono, se nelle mani posso avere senza stringere con forza quello che hanno già avuto? Perchè io solo riesco a fermarmi e smettere di cercare e lasciare quello che ho nelle mani?

Dimmi dimmi?! quante volte hai lasciato quello che hai nella mano destra…quello che tanto lo ritrovi anche se ti lavi le mani 100 volte? lo hai mai lasciato?! si ok! a parole a momenti a periodi lo hai lasciato! va bene… ma poi!!?…lascia stare quello che scrivo, alza la mano dalla tastiera, guarda nella tua mano destra, o prendi il cellulare, guarda le ultime 5 chiamate o gli ultimi 10 messaggi o guarda l’ultimo desiderio di tuo figlio o l’ultima rata che devi pagare! …e poi dimmi DIMMI! dimmi quello che non vedi fuori e vedi dentro di te?!!!!

Si…. lo vedo anche io dietro la finestra! … lo so…

Ti dispiace.

Io ho sempre preso il dolore. Ho sempre preso il momento senza regole, non ho mai avuto paura di crederci… ma permettimi di sapere come va a finire.

“Parlano di te che tu non puoi cambiare ( il corso della tua vita)… nella vita hai già fatto i tuoi passi per poter amare… parlano di me, ci credo per davvero… le tue parole sono…solo un ricordo di n vento passato ed andato via”

Io ho sempre gonfiato il petto nel momento di approdare nella tua vita. Che sia un petto vigoroso e che sia un petto che non ha paura… non sarà mai un petto che potrà vincere contro la realtà! che sia un incontro di wrestling o che sia un uno contro uno di basket…!

Io non vinco.

Io saprò sempre quanto pesano quelle tue paure lontane.

Io aspetto un tua tua chiamata ma non è il momento di aspettare… e questo lo so solo io.

Io aspetto quel qualcosa che a te ti sembra strano… e questo lo puoi dire solo tu.

Io decido il rispetto che aiuterà un futuro per te… e questo lo posso decidere solo io.

Io prendo la borsa gialla per essere il tuo bagaglio del sabato … e quello lo possiamo vivere in quel momento.

Ora sta a te come interpretare questo mio articolo. Ora sta a te decidere come ti ho disegnata. Declina se essere furiosa o se indossare il profumo che mi piace. Tanto io prima o poi casco perchè sono quello che purtroppo conosce la fine. Quindi sappi il profumo che lasci, è quello che sento io ogni volta che voglio. Quindi che sia un dubbio o uno sospiro di stress… ricorda che l’importante è lasciare ai bimbi il sogno di volare..

6 visualizzazioni

© 2023 by ADAM SCHARF. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now