Cerca
  • Amos

Cara tu.

Cara Tu.

Se camminando dovessi incontrare me, tra Vico Serrao e il Vicolo degli Insorti, non so se prenderai il cellulare per far finta di rispondere o guarderai me per cercare lo sguardo e l'attesa di una mia reazione.

Giuro, non lo so! Ma se potessi sussurrarti il meglio per te, ti direi che ho sempre fatto tutto a modo mio e con tutte le mie contraddizioni.

Cara Tu. Ti scrivo perché mi rimproveri di addormentarmi subito, come poggio il viso sul cuscino e mi sveglio dopo due ore solo perché Demoni e Puttane bussano tra i miei sogni. Ti scrivo perché sposterei ogni sera il comodino per sorreggere un bicchiere d'acqua senza che tu me lo chieda e perché il caffè freddo io lo bevo, ma non lo offrirei neanche al più vile nemico. Ti scrivo perché se dovessi chiudere la porta di casa senza dare una mandata lo farei tranquillamente, sapendo che posso lasciare ogni finestra aperta appena disfatto il letto, senza la preoccupazione che una farfalla come te può entrare e uscire dentro la mia casa, senza chiedere il permesso e senza chiedermi quando tornerò.

Penzo o penso...non importa chi lo pronuncia perché è sempre un'anima complicata, libera o prigioniera, di una stessa gabbia. Simili.

E se mi fermo ancora a domandare chi cade per primo o chi vince per primo è solo perché ancora non riesco a trasformare la rabbia in qualcosa che mi fa precipitare e che mi fa commuovere per diventare simili. Cara Tu, sei testarda e hai deciso di comandare qualcosa che non hai conosciuto ancora o che hai conosciuto in un passato che non si deve pronunciare o ricordare. Mi fermo e mi ricordi che si può progettare una casa senza averla ancora vista e mi ricordi che non c'è bisogno di tradire un marito o un amico senza averglielo detto.

Cara Tu, le persone vengono nella vita per una ragione, ma ci rimangono per una stagione, perché sanno che sono l'unica benedizione, l'unica tragedia, l'unica ambizione. Se ci rimangono è perché hanno un buon motivo per insistere e se si scocciano d'insistere è perché quello che hanno lasciato non lo cancellerà neanche l'onda più violenta, quella senza un nome e senza un grazie e un perché.

Cara Tu, i bimbi crescono e forse alzeranno la testa dai cellulari e cercheranno ancora di chiedere a voce: “ti vuoi mettere con me”? Cercheranno ancora di credere che se una persona ti ama è perché quel poco di tempo che gli resta in una giornata lo vuole dedicare a te. Significa che, donna, uomo o animale che sia, ha ancora voglia di credere e di dimostrare che gli attributi si mostrano urlando faccia a faccia, non dietro a una e-mail o un “ vengo da una storia difficile”.

Vivi per sempre quel tempo che puoi rubare per quella persona.

Vivi per sempre quel tempo che puoi rubare per quella persona.

E se non puoi viverla...vivi con la voglia di viverla.

Cara Tu. Se ti dicessi che non sono adatto ai tuoi colori è forse perché in quella tua tavolozza ovale non c'è posto. O forse perché il mio colore non sa mischiarsi agli altri colori. Forse perché il mio colore ha bisogno di essere innaffiato, ha bisogno di un pennello con una punta rigida o forse ha solo bisogno di rimanere in quel tubetto sigillato e senza marca. Per quella stagione deve rimanere ancora lì dentro!

Però cazzo, quando arriverà il momento di uscire e mischiarsi a quei colori...ti giuro uscirà all'improvviso, senza capire niente, senza chiedere niente e senza dover aspettare gli occhi di nessuno! Sarà il colore predominante e sarà il colore che non avrà bisogno di nascondere un ti amo o un per sempre. ­

Lo so, lo so. Potrai aver cambiato i piani per me, lo so che tutti i più grandi pittori non aspettano che la Cappella Sistina diventi bianca all'improvviso e quando vuole Lei. Lo so che potrai aver trasformato tutto in vero. Lo so che non si torna indietro solo perché urlo più forte dall'ultima fila dell'ultima ruota dell'ultimo carro. Potrei dire che è giusto cosi...ma non lo dico, perché noi maschi siamo i peggiori nel momento più bello, ma siamo i migliori nei momenti più brutti.

Cara Tu. E' vero, se dovessi rincontrati non chiederei che la mia vita fosse infinita.

Chiederei solo che il rumore del tuo pensiero per me...facesse ancora più rumore.

Ehi...Te ne sei accorto, no, che non c'hai più le palle per rischiare di diventare quello che ti pare? Te ne sei accorto che a New York avevi costruito già il tuo Moulin Rouge?

Cara Tu. I can fly, but I want this way! E questa strada non si chiama Vico Serrao o Vicolo degli Insorti. Si chiama con lo stesso nome in cui prima o poi riuscirò a credere e nello stesso nome che io riuscirò a dare a me stesso. Perché? Perché io sto cercando di credere...

Vivi per sempre quel tempo che puoi rubare per quella persona.

Vivi per sempre quel tempo che puoi rubare per quella persona.

0 visualizzazioni

© 2023 by ADAM SCHARF. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now