Cerca
  • Amos

Avrei potuto inventare da te

Tutti si chiedono cosa faremo... ma pochi si chiedono cosa avremmo fatto. Cosa sarebbe successo, quanta neve sarebbe caduta, a quante domande avremmo saputo rispondere e a quale follia avremmo detto si! (infinitamente...tutte).


Ho rincontrato dopo quasi 25 anni una follia di colore giallo. Una follia che mi ha insegnato a cucinare pennette rigate con tonno, succo di limone e prezzemolo tritato. Lei usava il burro... io olio. Ma in 25 anni le mie pennette non hanno mai avuto il sapore di una casa a Sasso con un camino mai acceso e con appeso un vestito rosso che solo pochi avrebbero dipinto sulle scale del Louvre, di domenica pomeriggio ma anche di mercoledi mattina ed anche di giovedi notte. Il sapore di quelle pennette non riusciro' mai piu' a farlo salire su capillari del mi naso... ma riusciro' ogni singolo giorno a farlo ballare... sui miei occhi.

10.254 km ci hanno sempre diviso... anzi prima dal centro di Urbino erano solo 3 km e 284 metri. Ma in quell'epoca il mio autostop sconfiggeva Kenshiro, Mazinga e Goldrake messi insieme. Non avevo rivali! come quando scartavo un pacco regalo! Capitava una volta ogni 103 anni... ma sapevo che era il regalo infinito e non avevo rivali a scartarlo.

Quante cose non sapeva quel colore giallo di me! e quante cose ho scoperto di me in questi 25 anni... anche se quel colore giallo ogni notte, con la neve, con la pioggia e con la nebbia rimaneva fissa nel cielo.

....quante volte ho cercato di trovare una canzone con la parola "Luna"... mai trovata! eppure ho sempre sorriso, perche' tanto la sera dopo l'avrei trovata ancora li!


E vabe' un giro di fa diesis puo' tornare ancora utile!


Quante domande ci stiamo facendo in questo periodo. Quante preoccupazioni ci stanno girando intorno in questo periodo a cui siamo, per la prima volta, felici di non dare risposta. Felici perche' non dobbiamo rispondere a nessuno.


Preoccupazioni per i nostri figli, preoccupazioni che hanno il volto del nostro direttore di banca, del nostro assistente universitario, della cassa del Vintage, dell'intruso che ci spia al parcheggio della Q8! Preoccupazioni che ci fanno diventare Supereroi o vittime...

Mi domando se tutte queste preoccupazioni veramente sarebbero toccate a noi anche senza un indomabile virus. Chissa' se ci sarebbero toccate mentre iniziavamo ad innamorarci o mentre venivamo traditi. Ecco! chissa' come ci innamoreremo dopo questa pandemia! E chissa' quanti cancelli si apriranno e chiuderanno dopo un bacio di tradimento.


Contatteremo un nuovo giardiniere. Faremo benzina in un nuovo distributore. Compreremo una nuova marca di latte. Assumeremo un nuovo avvocato. Giocheremo con un nuovo acquisto del Potenza. Ordineremo un nuovo cocktail dal nostro barman preferito. Ci faremo fotografare dal vecchio lupo di mare di Marina. Non denunceremo piu' il nuovo capo delle volanti. Continueremo a vivere con quel perdente Presidente.


O chissa'...


Stapperemo su quel cofano al tramonto una Corona sorridendo e stando in silenzio. Apriremo la bottiglia di profumo chiudendo gli occhi e cercando i nostri odori. Getteremo semi di tulipani sparsi per il prato aspettando che ne nasca solo uno da regalare. Insegneremo insieme a nostro figlio a vincere a Monopoli senza imbrogliare e regalando un albergo senza imprevisti... chissa' forse urleremo di volerci ancora domani pomeriggio!


Io?

io?! bho'! non lo so. forse continuero' fiero a dire "sparisci" o continuero' a sorprendere So solo che non ci sono regole . Non ci sono regole per scrivere queste parole o per dimenticare o per immaginare.


Mi ricordero' solo di scrivere sul quaderno "io faro'sognaro' il mondo anche dietro una finestra"

58 visualizzazioni

© 2023 by ADAM SCHARF. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now