Tutto si trasforma

Non avevo voglia, poi però avevo un debito ed anche se non mi ritrovavo in tasca le chiavi per aprire il portone…ho sussurrato a me stesso: ” perchè no! anzi ho proprio voglia!

Ed eccomi qui, che sia la penultima sigaretta o la prima Corona, non importa, sono ancora qui perchè mi va di scrivere, perchè la felicità passa troppo presto… ed allora perchè non disegnarla ancora un po’.

Ogni volta che inizio a raccontare, immagino sempre che un giorno qualcuno mi ferma in una stanza e mi chiede il significato di un mio racconto o come ero seduto mentre lo scrivevo e perchè scrivevo sempre dopo esser passato per Piazza XVIII Agosto ed aver incontrato qualcosa di brutto! ma veramente e decisamente brutto?!? Bhò! non lo so, però ricontando i passi seguenti, sorrido e mi dedico un minuto di silenzio per congratularmi di come mi addormento e mi risveglio.

Comunque… Giugno è stato un mese importante e vero per me. Si è già finito per me perchè ho già fatto e vissuto tutto quello che avrei potuto fare. Ho già sudato per far vivere il suo incanto! ho insegnato tutto quello che si trasforma, tutto quello che la gente pensa che non esiste, tutto quello che si ricorderà per sempre. Il suo incanto era scendere da quei gradini e correre da me Barbara e me ed abbracciarci. Il suo incanto era confondersi tra la gente sapendo che il mio sguardo comunque lo seguiva e lo salutava anche se si allontanava senza avere paura. Roberto ora non lo sa, ma un giorno incontrerà per strada il mio nome, incontrerà qualcuno che darà ripetizioni su quello che ha imparato da me. Forse Ripeti forse.

Non lo so se lo dico perchè ho paura o perchè pecco di presunzione… ma non importa! lui deciderà sempre che lato e di che colore sarà il suo cubo di rubik. Verde lo farà sorridere….blu lo farà vincere…. giallo lo farà piangere…..ed allora andrà al mare e chissà berrà quella cazzo di birra sul cofano della macchina, con quel cazzo di maglioncino blu al tramonto.

Il tempo in fondo è quello che noi gli affidiamo…. vero “la Fra”? Il tempo gira e rigira su quella ruota panoramica…e se prima ti ci siedi da spettatore …. all’improvviso ti siedi da protagonista o da assistente… e non ci sono kilometri, 160 + 80…che ti facciano fermare! Marco lo sa bene e sa bene che ” l’amore non esiste…per chi non è stato mai ….senza!”

Ma poi ragazzi…

chi lo ha detto che non si vive senza un pretesto? chi lo ha detto che sarà un estate bellissima anche senza pioggia? io me la vivo finalmente anche senza comprare un test di gravidanza per uno sconosciuto, me la vivo anche senza bestemmiare per farmi sentire! io me la vivo anche senza aspettarti. Tu aspettami su quella grande ruota e non ti preoccupare, io in un modo o nell’altro ci arrivo! Sono tornato da Vaglio a piedi lasciando un fallimento…..vuoi che non ti raggiungo su quella ruota!

Anche tra Maggio e Giugno ho lasciato fuori la mia finestra quelle meteore che arrivano sulla terra con le mani davanti, quelle persone che mi fanno diventare imperfetto in mezzo alla gente. Quelle meteore che prima di guardarti ti dicono : ” io non voglio tornare nel buio”….e pensare che io volevo lanciarle nel cielo! ehhhhhh vabè il mio silenzio anche questa volta chiude la finestra e fa ripartire quelle meteore per la loro strada.

Menomale che il mio nuovo tatuaggio torna fra i miei pensieri e mi fa sorridere anche se deve percorrere i suoi binari ed io non sono stato promosso capo stazione! o forse….non è quello il mio ruolo!

…però cazzo che treno!

Sarò sempre sorpreso di vederti ridere… quindi ora in questo momento lo sono! perchè lo stai facendo….ed allora scendo a prendere un’altra Corona ed un pacco di pop corn e mi godo questo spettacolo…. e se tu dici basta! …..io dico bis!

Qualche volta penso a occhi che mi leggevano tanto tempo fa…..ed ora non ci sono più… Giuliana e Marzia….. tanto tempo fa quasi due anni fa, loro mi leggevano e mi prendevano in giro o mi cazziavano perchè non vivevo di me…purtroppo mi mancano le loro email ed un giorno quando le raggiungerò …gli porterò qualcosa che non hanno letto di me e gli racconterò qualcosa che mi hanno sempre consigliato.

Questa sera prima della notte….continuerei a scrivere per ore ed ore ed ore. Avrei da cucinare mille ricette senza sale e senza particolari…ma è tempo che io ricominci a risolvere problemi e bagagli.  C’è chi mangia giapponese o chi va a cena fuori, c’e’ chi porta il cane a spasso o chi passa per Brienza per arrivare al Vomero….loro ” inventeranno nuove parole” in questo momento…ed …continuerò ad osservare che tutto….si trasforma.

 

Un pensiero riguardo “Tutto si trasforma

Raccontami una storia...!