Sei mesi e fiero di aver corso

Esattamente 6 mesi fa, esattamente 6 mesi fa, sono corso senza contare i miei passi da una persona perchè mi chiedeva aiuto, perchè piangeva, perchè aveva paura. Mi ha chiesto di correre da lei e di comprare all’MD un test di gravidanza, si quello viola da 18 euro. Sentivo la paura nel testo della sua email. Non mi sono domandato neanche per dieci secondi cosa centravo io, e perchè chiederlo a me.

Non importa. Anche questa volta non importa.

Può nascere una vita, può nascere un colore, anche se non è il mio. Chi se ne frega.

Scappo, trovo una macchina, sgommo e cerco in ogni scaffale, non mi vergogno ad urlare alla cassiera dove posso trovare quel test! Echeggia in ogni neon del supermercato. Trovato. E ricomincio a correre, ricomincio a percorrere 10 km. Devo nascondere le mie lacrime o la mia gioia. Non si possono confondere con le sue. Paura e gioia..non hanno un colore… ma insieme creano la vita.

Il grazie e lo scusa ormai non servono più. Non importa…..non importa neanche questa volta. Un’altra vita potrebbe iniziare a ridere e sorridere ed io potrei essere il portatore di quella novella. Quando ho saputo di mio figlio, la mia reazione è stata naturale, è stata vera è stata colorata. Sarebbe nata un’altra notte, un altro giorno….

Ed ance questa volta, anche se non sarebbe stata la mia Andrea, la mia Lucrezia il mio Massimiliano, non importa! Avrebbe aperto un giorno aperto gli occhi per dire buon giorno e non buongiorno! Aspettavo dicendomi che l’amore è un’altra cosa…

Il silenzio era in attesa di un raggio di sole ed era in attesa di broncio. Another love.

E cosi sono partito per un lungo viaggio, per un viaggio di tristezza e di rivincita, ma ero felice.

Non importa. Anche questa volta non importa!..

Qualcosa di non mio nasceva da qualcosa che amavo. In coro state dicendo che sono stupido. SI! forse non importa. Sarebbe nato sotto la Torre Eiffell o sotto la mammella di una mucca…..a me non importava! Sono fatto cosi. Io sono e voglio essere un peso solo per me stesso…ma se nasce un sorriso una risata anche se non sono io il burlone o il giullare non importa! Sono felice lo stesso.

Sei tornata. Sentivo il solo scorrere dell’acqua della tua piscina.

I miei occhi verdi si alzano da terra verso il cielo attraversando il fuoco.

Non importa. Correrò sempre a portarti quel test! Sarò sempre fiero di essere il traghettatore di una novella e di una vita che non nasce da me.

Io sono cosi.

E non importa. Anche questa volta non importa… …..lei o lui avranno un padre che non sarò io…ma sorriderà e riderà cmq.

 

2 risposte a “Sei mesi e fiero di aver corso”

Raccontami una storia...!