Uncategorized

L’ultimo tatuaggio

Nell’era paleolitica ho già scritto una volta su questa pietra che sarebbe stato l’ultimo articolo l’ultima riflessione l’ultimo scarabocchio… ma come al mio solito, sbagliato, ho continuato..

” Puoi impedire ad una donna di essere ladra…ma non di rubare”

In questo ultimo solstizio avevo imparato a capire che qualcosa mi era stato rubato e che non sarei riuscito più a riaverlo… ma capatosta ho sbattuto la porta ed ho continuato ad accendere le luci a risparmio energetico, e….cercare.

Ma ho imparato anche a capire che se ti rubano qualcosa non è colpa tua…e che non torna più al cancelletto d’ingresso. Ho imparato che anche l’ultimo tatuaggio è quello che devi leccare nella ciotola mentre prepari un dolce.

Si scrive per trasmettere o si scrivere per cancellare qualcosa che deve andare via… e se lo scrivi in un momento felice sei più sicuro che andrà via….. se lo scrivi in un giorno triste di pioggia, sei sicuro che rimarrà per sempre sul davanzale della finestra in fondo al corridoio accanto all’armadio dei vestisti che non indossi….

Non scrivere…. non leggo

Non scrivere…. non pensano…

Non scrivere …. non rubano

Non scrivere…. non piango

Scrivere era per me fare qualcosa che non ho mai fatto bene…ma si deve scrivere quando non si è dannati.

Si scrive quando ci sono

Si scrive per non far male

Si scrive per comporre una …canzone…

Non si scrive….il testo di una canzone già sentito.

E quindi dopo un lungo in si bemolle ….scrivo queste ultime parole su questa ultima pietra in questa ultima era ascoltando l’ultima canzone……

L’ultimo tatuaggio: That’s all folks

Ghiro

Raccontami una storia...!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: