Uncategorized

Cosa posso dire….Cosa vorrei dire..

Felice ma senza parole..

http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/nyt-asia-argento-molesto-un-attore-minorenne-e-lo-risarci-con-380mila-euro-_3158837-201802a.shtml

Spesso, ogni giorno leggo parole e disegni di donne forti che combattono la violenza ed i soprusi nei loro confronti….hanno coraggio! sono donne forti ma sono donne che sono riuscite ad avere….voce.

Ho una carissima amica avvocato che combatte ogni giorno, non solo per la sua professione, ma anche perchè ci crede anche perchè ascolta anche perchè ..ha voce, per aiutare ma anche per urlare contro un qualcosa che non ha colore qualcosa che non può vivere.

Leggendo questa mattina l’articolo che ho allegato… mi sono fermato, mi sono seduto a terra ed ho alzato lo sguardo contro le mie pareti, loro parlano loro hanno occhi loro ascoltano… loro non dimenticano.

Mi sono fermato a pensare che tutti dovrebbero urlare, tutti dovrebbero avere voce. E non è importante se si subisce una violenza fisica o una violenza verbale….o una violenza sentimentale. Tutti siamo uguali. Tutti hanno il diritto di non subire del male. Che sia un uomo un ragazzo una donna o una ragazza… tutti hanno “diritto” a non stare male, rimanere in silenzio e subire.

Eh ma gli uomini sono più forti… non è vero! Non è vero! Piangono anche loro, hanno paura anche loro… si fanno del male anche loro, s’innamorano per sbaglio anche loro.

I “giocattoli difettosi” non hanno sesso, vengono usati per un momento e poi si mettono in soffitta per cercare…. un giocattolo nuovo. I giocattoli non hanno sesso… i giocattoli non hanno voce se rimangono da soli in soffitta.

Ve lo assicuro, vi porterei la mia esperienza, e vi farei colorare i graffi che sono rimasti su questo giocattolo. Far male ad una donna è la stessa cosa che far male ad un uomo. Si ha la stessa intensità la stessa violenza la stessa forza. Non è vero che una donna dimentica più facilmente, per me non è vero. Non si può dimenticare qualcosa che ti fa cambiare il modo di alzare lo sguardo e guardare la luna. E tutti hanno diritto di guardarla senza paura.

Le donne sono oggetti di piacere di sesso di gioco! e perchè un uomo non può essere lo stesso?

Non ho quasi mai alzato le mani in vita mia, forse grazie alla mia pazienza, forse perchè ho dato sempre importanza alle parole e sono riuscito sempre a farle prevalere sulla rabbia. Ma un volta in vita mia, non ho trattenuto a sbarrare i miei occhi e colorare tutto quel momento di nero. Ho incrociato un ragazzo che schiaffeggiava la sua ragazza… non avrei mai chiesto un motivo non avrei mai chiesto spiegazioni non avrei mai abbassato lo sguardo. Ho agito. Ho fatto prevalere il mio odio ed ho sconfitto facendo lo stesso male sul corpo di quel ragazzo. Avrò sbagliato, ho fatto tanto male, ma avevo i suoi occhi…ho dato …voce.

Pensate che quei occhi di quella ragazza non siano gli stessi di quel ragazzo accusatore di Asia Argento? pensate che quei occhi non siano gli stessi dei miei nell’ultimo mio viaggio? Forse non abbiamo sentito il palmo della mano sul corpo. Ma vi assicuro in quel preciso momento eravamo tutti giocattoli. Non credete che i lividi di quella ragazza andranno via….ma anche il sentirsi inutile, un oggetto ed essere buttato ed usato solo per un gioco o un progetto..sia diverso. I lividi rimarranno per lei, per lui, per loro, per noi, per me…per sempre.

Una donna non si può difendere una donna si sente sola, una donna non riesce a trovare….la voce. Una donna ha bisogno di strumenti, ha bisogno di forza… ha bisogno di urlare! E Dio le aiuti sempre a trovare uno strumento musicale per urlare…e spero che Dio trovi un modo per punire quel boia o quell’inutile che le costringe a non…vivere.

Ho visto anche aguzzini essere giudicati da un Tribunale, essere condannati ed etichettati “per sempre” come stalker solo perchè hanno detto “si” in silenzio, senza che nessuna telecamera o registratore fosse acceso. La loro colpa? essere innamorati e passionali. Sicuramente con atteggiamenti folli e fuori dal normale. Ma il loro sbaglio…è stato solo dire “si” facendo l’amore (per loro..) a letto senza telecamere e senza prove…

Il caso di Jimmy Bennett….. secondo voi è il solo? Vero… bisogna sempre prima essere giudicati da un Tribunale, ci vogliono le prove e le circostanze. Cosi come per le donne anche per gli uomini….bisogna provare, bisogna dimostrare. Ed io non sono un tribunale non sono un giudice e forse non ho neanche il quoziente intellettivo per poter dare un colore alla storia.

Donne ..uomini…hanno lo stesso colore. Hanno il diritto di aver…voce.

Devono piangere per amore, per un tradimento, per un insuccesso, per uno sbaglio… ma non devono piangere per il male ricevuto. Non possono essere giocattoli difettosi…!

Non devono essere giocattoli difettosi che in futuro faranno del male! faranno del male solo perchè hanno paura solo perchè i graffi che hanno sulla pelle non vanno via e non sanno cancellarli!

Ho toccato il dolore la tristezza, mi sono fatto del male fisico pur di provare a sciacquare quel colore nero su di me, lasciato da una burattinaia con il solo gusto dell’incasso dello spettacolo e del piacere.

Sono cosciente…che forse ho toccato un millesimo di quel colore nero che migliaia di donne hanno dentro di loro e sul loro corpo… forse non mi dovrei neanche permettere di paragonare me, Jimmy e tanti altri a tutte le donne che ogni giorno … non hanno un colore da inventare. Però questo sentivo e l’ho fatto.

Spesso non bisogna andare fino in America per scoprire l’ace del male. Bastano pochi km.

Sapete qual’è la frase che dicono tutti alla fine…..: “Ti auguro la serenità e la felicità che meriti”….

Asia Argento era una mia icona. Adoro ancora i suoi tatuaggi il suo sguardo la sua voce, il suo tono nel dire “io”…. ma se tutto fosse vero, se tutto fosse vero… lei si potrebbe chiamare per me Maurizia, Francesca, Giancarla, Vincenza, Luana… non avrebbe importanza… avrebbe comunque levato il diritto di avere…….voce. E so che significa…..non averla.

 

Raccontami una storia...!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: