…Suonami il pensiero

Non si scrive quando si è confusi, perchè tutto quello che sorseggi non si trasforma! Non finisco ancora nella confusione ma mi giro e scopro che la confusione decide quale lampadina di quale lampione per un paese deve essere accesa…

Ritorno alcune volte indietro camminando al contrario solo per il gusto di vedere se qualcosa cambia o è cambiato. Ma ogni forma sulla spiaggia è come i segreti che non ho… ma che nascondo. E’ silenziosa, statica e ritorna sempre in alcuni minuti della giornata.

Mi dicono che ho preso tante botte e che ho tanta rabbia dentro, rabbia che può far male e che ubriaca il tempo che trascorre… Forse provo rabbia perchè batto i piedi sott’acqua troppo poco velocemente e quindi prendo aria a piccoli dosi. Non sono mai affogato e vi giuro, anche se ho sempre nuotato di notte… di animali e piante mai ancora scoperte…ne ho incontrate! Si sono state di passaggio, mi hanno sfiorato o mi hanno tenuto immobile… ma sono state di passaggio! Non hanno un nome! e…. non mi hanno lasciato nulla…anzi non hanno cambiato nulla a questo fondale!

La rabbia è che le rivedo! Che rivedo quei denti quei colori quei atteggiamenti quelle regole di vita…in altre forme! Che siano voci di uomini sibili di donne… ma me le ritrovo e le incontro girando attorno all’ultimo Faro.

Questa cosa Stanca! stanca!

riscrivere le stesse parole o le stesse idee…  rabbia di non trovare qualcosa di diverso! Qualche nuova paranoia qualche nuova ossessione o qualche nuovo problema..

Se potessi sbattere i piedi ogni volta che non so come va a finire… sarei un maestro di tip tap…! Tutti dicono, sbattendo i piedi, che le persone non cambiano! Ho capito ! lo so! ne sono certo! Ma esisterà un’altra gente senza nebbia?? Esisterà un professionista che dorme da solo sul divano! Esisterà una barista che parte per un’altra città senza chiedere niente?! Esisteranno un papà ed una mamma che non mentono ai figli?! Esisterà qualcuno che s’impegna a mantenere una promessa! Esiste un tipo che che non inventa parole e scollature solo per una promessa, per un ingresso gratuito o un’approvazione di un’amica!!!

Non mi va di scolpire tutto nero… ma bisognerebbe svegliarsi ogni giorno in una città diversa ed uscire per andare a comprare le sigarette solo per sentire un profumo di una voce diversa e di una storia diversa! E poi perchè non si ….può scrivere per sempre!

Dannato…che io sia dannato o che che sia la fine di essere dannato!

Ma per essere dannato bisogna sapere nuotare o non mi bisogna affogare… e se mi affoghi …affogami leggendo il pensiero che ho!

Sul fondale spero di trovare qualcosa o qualcuno che non ho mai incontrato che sia con la luce del sole o della luna… ma ti prego se mi affoghi..non mi pescare subito! scendimi un pianoforte e leggimi nel pensiero…

00:17 Leggimi fino in fondo

“• Frase tratta dalla storia:

«Chiudi gli occhi, non aprirli.»
Faccio come dice anche se sto già tremando come una foglia mossa dal vento dell’emozione.
Sento tante piccole scosse, miliardi di volt percuotermi la spina dorsale, attraversarmi tutta quando […]
Di colpo sento le sue calde e morbide quanto dannate labbra, scorrermi lungo la gola. In riflesso il mio sangue affluisce ovunque depositandosi sulle guance. […]
Un brivido dietro l’altro, vengo colpita ininterrottamente. Si prova questo quando qualcuno ci ama?
«Adesso apri gli occhi, guardami e dimmi cosa vedi?»
Cosa vedo?
«Hai la faccia di chi adora ridere ma non riesce a divertirsi. Hai lo sguardo di chi si è perso nel vuoto profondo delle sue ferite ancora aperte e nascoste per paura di vederle sanguinare di nuovo. Hai gli occhi pieni di buio e tanti demoni da scacciare. Hai l’espressione di chi sa cosa vuol dire stare male fino a diventare la parte più oscura che ti divora, il mostro che dimora nella tua mente. Hai il cuore in tormento e qualche piega ancora da curare.»
Ma, questo non posso dirlo…”

Giorgina Snow

 

Raccontami una storia...!